Archivio della Categoria 'Surfcasting'

Le ultime parole famose

Lunedì 21 Luglio 2014

Qua non si prende mai niente …

… e poi, un mercoledì pomeriggio si organizza una pescata improvvisata dalla quale ci si può aspettare ben poco. << Ma qui non si prende mai niente >> è il commento al posto scelto per la battuta di pesca a surfcasting. Ma, come si sa, il mare a volte regala enormi sorprese…
E oggi ha proprio esagerato

Orate … frate

Lunedì 26 Maggio 2014

orata.jpg

Con la bella stagione si sa che le orate si avvicinano alle coste per allietare le nottate (o le giornate) dei pescasportivi che tentano la sorte. Naturalmente non tutte le “ciambelle” riescono col buco.
Infatti qualche settimana fa, mentre pescavo dalla costa neretina, una “bestiolina” di dimensioni ragguardevoli mi lasciò con un palmo di naso, slamandosi proprio sottoriva. Ed oltre al danno, anche la “beffa” degli sfottò del figlio campione di surfcasting.  Ieri sera, indeciso se dedicarmi a piccoli lavoretti casalinghi (il tempo prometteva pioggia) o recarmi a pesca, mi sono deciso per l’opzione 2.
Innescato un corposo americano, lancio l’inganno tra i calmi flutti del “mare nostrum” in serata di grazia. Verso le 9, poco dopo l’imbrunire, ecco una “piegata” decisa della vetta, a cui segue una ferrata altrettanto decisa ed un combattimento di alcuni minuti, con il pensiero fisso sull’epilogo triste della scorsa volta. <<No, questa volta non mi freghi>>, pensavo tra me e me. Quando finalmente la splendida orata di 2,300 Kg. giunge a tiro, un rapido colpo di mano e la salpo al sicuro.
Si, sono proprio soddisfatto, una cena con gli amici è quello che ci vuole per onorare il sacrificio della regina dell’estate.

Luigi

0rata-luigi_2.jpg

Pizzuto delle mie brame

Sabato 8 Marzo 2014

 

img-20140310-wa0001.jpg

Torre Rinalda 7 marzo 2014

Per impegni di studio non mi recavo a pescare da un po’ di tempo. Le previsioni davano tempo in rapido peggioramento dalla mattinata di sabato. L’occasione sembra ghiotta e allora decido di  sfruttare l’alba per tentare la sorte. La spiaggia è di quelle miste ed il mare è ancora calmo. Poco dopo l’alba, l’improvvviso “tremore” sui vettini mi avverte che ci sono visite. La prima canna che recupero è animata, ma, prima che il pesce sia spiaggiato, all’improvviso tutto tace. Il sottile terminale risulta infatti tranciato di netto. Recupero allora l’altra canna sulla quale si avverte solo un peso incoraggiante, ma niente testate. Poi il malefico dubbio s’insinua: non saranno mica alghe? No, appena si avvicina alla battigia il misterioso ospite sprigiona tutta la sua forza e “fila” a destra e sinistra, prima di arrendersi al suo destino. Uno spendido Pizzuto che farà fermare l’ago della bilancia a 840 g.  corona la giornata. La sfacchinata è valsa la pena.
Peppe

Salento due mari al rientro dal mondiale in Portogallo!

Giovedì 13 Giugno 2013

blog.jpg

Si è conclusa sabato 11 maggio l’avventura della “salento due mari” col ritorno in Italia dopo aver affrontato l’oceano sulle coste di Grandola in Portogallo per il mondiale di pesca sportiva nella disciplina surfcasting. La squadra ottiene un 11° piazzamento assoluto che certamente non soddisfa le aspettative o la fame di vittorie della forte squadra salentina ma rimane certamente un’esperienza unica e di gran prestigio non solo per i ragazzi della salento, ma per tutti coloro che nella regione pugliese praticano questo sport in forte crescita! I giorni li in Portogallo son stati caratterizzati dalle prove effettuate dalla squadra sulle spiagge (campi gara) per prendere confidenza con l’oceano e le nuove tecniche di pesca da adottare e poi si è iniziato sul serio con le 4 manche vere e proprie del mondiale, tutte di mattina con un pescato spesso avaro e in prevalenza di sgombri, sugarelli, cefali, aguglie, balestra e tracine…
Il mondiale è stato vinto da una fortissima squadra spagnola (Santa Lucia) che ha dominato il mondiale dall’inizio alla fine seguita da una squadra portoghese e una belga che completa il podio…
La “Salento due mari” composta da Stefano Panico, Paolo Panarese, Giuseppe Ippico, Filippo De Bellis, Giampiero Vacca e Daniele Parabita dopo questa bella e importante esperienza da domani catalogheranno il tutto tra i ricordi piu belli e ricomincerà con nuove gare in tutta Italia a cercare vittorie e successi magari ricominciando proprio dal campionato nazionale d’elite in liguria dove c’è già la qualificazione di diritto e cercare di realizzare ancora una volta il sogno di andare a fare un altro mondiale!
La società coglie l’occasione per ringraziare gli sponsor che hanno contribuito a coronare il sogno di partecipare ad un mondiale: Panarese Lubrificanti, Banca Popolare Pugliese, Villa Iris, Fipsas e Fipsas Lecce.

blog_1.jpg

VICE CAMPIONI D’ITALIA

Domenica 25 Novembre 2012

SALENTO DUE MARI  - VICE CAMPIONI D’ITALIA DI SURFCASTIG

I vicecampioni 2012

GELA, 22-24 novembre 2012

Questa volta ci troviamo a parlare di una disciplina tanto bella quanto poco sconosciuta, quella del Surfcasting (la pesca dalla spiaggia).  I protagonisti sono ancora una volta  gli agonisti della Salento Due Mari (Maver) che dopo aver conquistato nel mese di giugno il titolo di campioni a squadre  eccellenza sud, sono stati artefici, dal 22 al 24 novembre,  di una bella prestazione nella finale del campionato italiano d’elite svoltasi a Gela (CT), valevole per designare chi dovrà rappresentare l’Italia al mondiale per club che si svolgerà in Portogallo nel mese di aprile.
Dopo il successo dell’eccellenza sud la squadra è partita da Lecce con il sogno di conquistare uno dei due gradini più alti del podio che avrebbe permesso di qualificarsi per il mondiale e dopo tre gare di assoluto livello, contraddistinte da una continuità di risultati, si sono aggiudicati il secondo posto assoluto, diventando  quindi vice campioni d’Italia a squadre e rappresentanti dell’Italia al mondiale in Portogallo.
La squadra era composta (da sinistra nella foto) da Giampiero Vacca, Paolo Panarese, Daniele Parabita e Giuseppe Ippico. Questa società non è nuova a imprese di questo genere visto che negli ultimi anni si è sempre affermata sia a livello provinciale con Giuseppe Ippico campione provinciale 2012, Daniele Parabita campione provinciale 2011 ( a Brindisi), a livello regionale, sempre con Giuseppe Ippico campione regionale e vice campione Paolo Panarese nel 2011 e, anche e soprattutto a livello nazionale con il terzo posto nel 2010 al campionato italiano per società  d’elite, vice campione a squadre eccellenza sud nel 2010, campione a squadre nel girone sud 2012, nell’individuale con la presenza di tre atleti al club azzurro ( gara che decide la nazionale italiana) Giampiero Vacca 2010 e 2011, Daniele Parabita 2010 e Paolo Panarese 2012. La società oltre nella disciplina del surfcasting  è impegnata nelle competizioni di canna da riva con risultati eccezionali avendo conquistato negli ultimi dieci anni il titolo di campione provinciale con diversi atleti della stessa società. A livello nazionale presenta tre atleti nella top ten Greco Giuseppe, Alessio Metrangolo  e Nino Primiceli. Quest’ultimo  già sicuro del posto in nazionale del 2013 che andrà in Spagna a difendere il tricolore.  L’atleta Alessio Metrangolo  ha conquistato il terzo posto al campionato italiano di categoria nel 2012, componente della nazionale italiana di canna da riva per quattro volte con la quale ha conquistato due argenti a livello europeo a squadre e un sesto posto individuale all’europeo del 2012 che si è svolto in Spagna, vincitore della coppa Italia per 2 anni.